Politica Qualità, Ambiente e Sicurezza

Il sistema di gestione integrato del Gruppo SMI

SMI S.p.A. e le altre aziende del Gruppo SMI (SMIGROUP - SMIPACK – SMILAB – SMIMEC - SMITEC - SMIENERGIA – SARCO.RE) considerano lo sviluppo sostenibile tra i valori irrinunciabili della propria mission aziendale, puntando a creare una stretta armonia tra l'attività industriale, la qualità del prodotto, il rispetto dall'ambiente e la sicurezza sul lavoro. Le aziende del Gruppo SMI adottano un Sistema di Gestione Integrato Qualità e Ambiente in accordo alle norme UNI EN ISO 9001:2008 (Sistema Gestione Qualità) e UNI EN ISO 14001:2004 (Sistema Gestione Ambientale). SMI S.p.A. adotta anche un Sistema di Gestione della Sicurezza in accordo allo standard internazionale BS OHSAS 18001:2007. L'acronimo OHSAS sta per Occupational Health and Safety Assessment Series ed identifica uno standard internazionale per un sistema di gestione della Sicurezza e della Salute dei Lavoratori. La norma OHSAS 18001 è stata emanata dal BSI nel 1999 e rivista nel 2007, così da poter disporre di uno standard per il quale potesse essere rilasciata una certificazione di conformità. La certificazione OHSAS attesta l'applicazione volontaria, all'interno di un'organizzazione, di un sistema che permette di garantire un adeguato controllo riguardo alla Sicurezza e la Salute dei Lavoratori, oltre al rispetto delle norme cogenti. Il sistema di gestione regolato dalla norma OHSAS è spesso costruito integrandolo con il sistema di gestione ambientale, ispirato alla Norma 14001: la Sicurezza e l'Ambiente sono infatti strettamente collegati tra loro.

Il sistema di gestione integrato del Gruppo SMI

Energia da fonti rinnovabili

La Qualità, l'Ambiente e la Sicurezza sono alla base di un processo produttivo improntato alla coesistenza armoniosa tra individui, tecnologia e natura, che sia in grado di generare valore aggiunto per i clienti e sostenere lo sviluppo sociale del territorio. Tra gli obiettivi prioritari della propria attività, le aziende del Gruppo SMI pongono l'importanza di sensibilizzare i propri dipendenti, fornitori, clienti e il pubblico ai principi e ai valori della "mission" aziendale in termini di rispetto ambientale e sicurezza sul lavoro. Per sostenere tali politiche, la Direzione Aziendale ha identificato una serie di azioni, meglio definite dai documenti sulle Politiche della Qualità e Ambiente e della Sicurezza. Nell'ambito delle azioni adottate per lo sviluppo sostenibile e per la tutela Ambientale, le aziende del Gruppo SMI hanno ottenuto risultati significativi con la sostituzione dei componenti in plastica delle macchine con parti in acciaio recuperate dagli scarti delle lavorazioni. L'attenzione alla tutela Ambientale è inoltre alla base di importanti scelte aziendali, come il rinnovo del parco mezzi aziendali, che privilegia i veicoli elettrici ed a basse emissioni di CO₂. Significativo è l'impegno delle aziende del gruppo SMI in progetti per il risparmio energetico e il sostegno al territorio, tra cui spicca una centrale idroelettrica che dispone di una capacità produttiva massima di 6 GWh/anno, alimentata dal fiume Brembo e gestita da SMIENERGIA, che produce energia verde destinata sia agli insediamenti del Gruppo SMI (uffici, reparti di produzione e laboratori) che alla rete nazionale di distribuzione.

Energia da fonti rinnovabili

Riduzione della 'carbon footprint'

SMI effettua periodicamente la misurazione dei gas ad effetto serra prodotti dalla propria organizzazione e identifica le possibili aree di intervento per ridurre la propria "carbon footprint", ad esempio favorendo l'impiego di materiali ecocompatibili, perseguendo una maggiore efficienza energetica e sviluppando nuovi prodotti a basso consumo. L'azione di SMI in tal senso si ispira alle linee guida ISO 14064-1; in particolare, l'indagine condotta da SMI sull'impatto ambientale della propria attività nell'anno 2014 è stata oggetto di verifica da parte dell'ente di certificazione indipendente CSQA , che ha rilevato, grazie alle misure adottate dall'azienda, una diminuzione di circa 85t di CO₂ equivalenti immesse nell'ambiente a fronte di un totale di circa 920t. E' interessante inoltre sottolineare come l'installazione di tre impianti fotovoltaici nel corso del 2014 nella sede di via Ceresa abbia portato dei miglioramenti in questo bilancio. La verifica è stata validata a livello internazionale ad ottobre 2015 dall'ente CSQA, con l'ottenimento da parte di SMI del relativo attestato. Il calcolo è stato effettuato analizzando in dettaglio sia le emissioni dirette di GHG (Greenhouse Gas) derivanti dalla combustione di gas metano, carburante per autotrazione, gas tecnici utilizzati e dalle perdite di gas refrigeranti, sia le emissioni indirette legate al consumo energetico.

Riduzione della 'carbon footprint'
  • _
  • _