Confezionatrici in film termoretraibile

Serie SK ERGON

SK 800 ERGON - Confezionatrici in film termoretraibile fino a 80 ppm

La nuova gamma ERGON di confezionatrici automatiche si basa su scelte progettuali basate su concetti chiave come ergonomia, tecnologia, robustezza e modularità, magistralmente amalgamati a segnare una nuova, significativa evoluzione nella storia dei prodotti SMI.

Le nuove confezionatrici ERGON si fanno subito notare per il profilo arrotondato delle portelle di protezione, che permettono di alloggiare tutti i motori in posizione esterna rispetto ai gruppi meccanici che azionano, facilitando l'accesso all'operatore di linea per interventi di manutenzione.

I nuovi tunnel di termoretrazione della gamma ERGON vantano soluzioni tecniche d'avanguardia che consentono il contenimento dei consumi energetici, la massima compatibilità ambientale dei processi e il miglioramento della qualità finale del pacco confezionato.

La serie SK ERGON è costituita da macchine automatiche per il confezionamento di contenitori di plastica, metallo, cartone o vetro. A seconda del modello scelto, è possibile realizzare pacchi in solo film, falda di cartone + film, solo vassoio, vassoio di cartone + film.

Le confezionatrici della serie SK ERGON raggiungono velocità di produzione fino a 450 pacchi per minuto (pacchi lattine in tripla pista), in funzione del modello di macchina e del tipo di prodotto da imballare. I formati realizzabili variano in base alla forma, alla capacità ed alle dimensioni dei contenitori; in genere le configurazioni più richieste dal mercato sono: 2x2, 3x2, 4x3 e 6x4.

Tutti i modelli SK ERGON dispongono di un sistema elettronico di raggruppamento del prodotto e, a seconda delle esigenze del cliente, sono disponibili in versione singola pista o doppia pista (SK 400 solo singola pista).

SK 800 FSK 800 PSK 800 T
Velocità (PPM)808080
Tipo paccoSolo FilmFalda + filmSolo vassoio
Vassoio + film
Dimensioni (mm)15480 x 1600 x 250015480 x 1600 x 250018040 x 1600 x 2500
Piste101

_


_

1Nella zona dell’ingresso macchina, un apposito gruppo di guide provvede ad incanalare correttamente i contenitori sfusi trasportati da un nastro con catene in materiale termoplastico a basso coefficiente d’attrito. Nella zona di formazione del pacco, i contenitori vengono raggruppati in modo continuo nel formato desiderato tramite pettini e barre di separazione sincronizzati elettronicamente.


_

2Nei modelli P e T, una falda o una fustella di cartone ondulato viene prelevata dal magazzino cartoni da uno sfogliatore rotativo composto da due gruppi di ventose con aspirazione a vuoto. La falda o la fustella percorre la salita cartoni e si posiziona sotto il gruppo di prodotti in arrivo con fronte marcia lato lungo.


_

3Nella formatrice vassoi, appositi dispositivi meccanici provvedono a piegare le alette anteriori e posteriori della fustella. Una pistola spruzza un sottile strato di colla a caldo sulle alette laterali, che vengono piegate per ultime in modo da realizzare il vassoio.


_

4La svolgitura delle bobine film, posizionate nella parte inferiore della macchina, è controllata da un dispositivo dedicato che assicura un preciso e costante tensionamento del film. Prima che il pacco entri nel tunnel di termoretrazione, il film viene avvolto intorno al gruppo di contenitori e sovrapposto sul fondo del pacco.


  • Struttura portante in acciaio sabbiato e verniciato a polveri
  • La macchina è dotata di portelle di protezione scorrevoli in alluminio anodizzato e di forma arrotondata, che consentono di avere tutti i motori (a basso consumo energetico) in posizione esterna rispetto ai gruppi meccanici che azionano. Il sistema di chiusura delle portelle è dotato di un dispositivo di decelerazione, che rallenta la fase finale della corsa accompagnando la portella in maniera armonica
  • Dispositivo di raggruppamento prodotto in modo continuo, con pettini in materiale plastico sincronizzati elettronicamente
  • Cuscinetti lubrificati a vita
  • Nastro trasportatore di ingresso con catene in materiale termoplastico a basso coefficiente d'attrito e sistema motorizzato di guide di incanalamento oscillanti
  • Magazzino cartoni posto sotto il nastro d’ingresso, regolabile secondo le diverse dimensioni dei cartoni
  • Sfogliatore cartoni di tipo rotativo continuo, dotato di ventose di aspirazione
  • La svolgitura delle bobine film, posizionate nella parte inferiore della macchina, è controllata da un motore brushless, che assicura un preciso e costante tensionamento del film. Le bobine sono due: una in lavoro e una in sosta. La giunzione del fim a fine bobina avviene tramite barra saldante manuale e la macchina dispone di un apposito carrello per facilitare la sostituzione delle bobine. I mandrini porta-bobina hanno bloccaggio pneumatico e quando il film della bobina è esaurito, un apposito dispositivo interviene ad arrestare la macchina
  • Prima che il pacco entri nel tunnel di termoretrazione, il film viene tagliato da un coltello dotato di lama motorizzata, avvolto intorno al gruppo di contenitori e sovrapposto sul fondo del pacco. La regolazione della lunghezza film è elettronica
  • Gruppo coltello compatto con lama taglio film gestita da un motore brushless a trasmissione diretta “direct-drive”
  • Dispositivo automatico centratura film stampato provvisto di tacca di riferimento
  • Armadio elettrico della macchina dotato di condizionatore
  • Il tunnel di termoretrazione adotta soluzioni tecniche d'avanguardia per contenere i consumi energetici e garantire la massima compatibilità ambientale dei processi. Il nastro trasportatore del tunnel è a barrette in vetroresina, con traino a catene laterali (®SMI). Grazie ad un'accurata analisi dei fenomeni termodinamici generati dal processo di termoretrazione, il tunnel gestisce in modo efficiente ed omogeneo la distribuzione dei flussi d'aria calda su tutta la superficie del pacco in formazione, assicurando la qualità finale del pacco realizzato. Le resistenze di termoretrazione sono poste sulle pareti laterali del tunnel
  • Sistema automatico pulizia forno (opzionale per SK 400)
  • Armadio elettrico del tunnel di termoretrazione dotato di ventilazione forzata
  • Terminale di controllo POSYC® posto ad altezza operatore e scorrevole per tutta la lunghezza della macchina (fisso sui modelli AFW/LSK/LWP)

Struttura compatta e prezzi competitivi

Le confezionatrici ERGON hanno dimensioni molto ridotte e rappresentano quindi la soluzione più idonea a soddisfare le esigenze di clienti che non dispongono di ampi spazi produttivi. Inoltre i prezzi dei modelli ERGON sono molto competitivi, nonostante l''impiego di soluzionI tecnologiche d'avanguardia e di componenti altamente affidabili. Tutti i modelli ERGON possono essere personalizzati per accrescerne notevolmente le funzionalità base.

Struttura modulare ed ergonomica

Notevole semplificazione e maggiore comunanza dei moduli della macchina, che permettono di: - produrre tutte le SK ERGON utilizzando solamente 4 moduli - ridurre del 20% la variabilità dei componenti meccanici ed elettrici - eliminare gli interventi manuali di manutenzione e riparazione nelle parti interne della macchina

Flessibilità operativa

Le confezionatrici SMI permettono di imballare un'ampia gamma di prodotti in un numero elevato di configurazioni differenti, in modo da rispondere efficacemente alle mutevoli esigenze presenti e future dell'utilizzatore finale. Ogni macchina può essere inoltre dotata di attrezzature supplementari che ne incrementano le funzioni base e garantiscono un elevato livello di personalizzazione del pacco finale.

Motori collegati in asse

Le macchine SMI vengono costruite senza l'impiego di motoriduttori; i motori sono infatti collegati direttamente agli assi di trasmissione, con il conseguente vantaggio di ridurre manutenzione, dissipazione energetica e rumorosità.

Formazione pacco in modo continuo

Il sistema di confezionamento in modo continuo garantisce un processo di produzione fluido, senza movimenti a scatti; inoltre preserva i contenitori da colpi e urti, garantendo maggiore affidabilità, migliore qualità del pacco e ridotta usura meccanica.

Pioli di separazione in materiale termoplastico

Nella zona di formazione del pacco l'utilizzo di pioli di separazione in materiale plastico, che durano più a lungo di quelli in metallo, permette di ridurre la rumorosità della macchina e di conservare l'integrità dei contenitori più delicati (come il vetro) e delle etichette.

Manutenzione facile ed economica

Le portelle di protezione arrondate dei modelli ERGON permettono di aver più spazio all'interno della macchina e quindi i motori possono essere montati all'esterno sui lati della macchina. Perciò essi sono facilmente accessibili e raggiungibili durante le operazioni di manutenzione. Infatti, l'operatore non deve entrare nelle parti interne della fardellatrice per gli interventi manuali.

Svolgimento film preciso con tensionamento costante

Bobina film con motore integrato, allo scopo di migliorare la precisione di svolgimento del film grazie ad un motore brushless dedicato per ogni bobina. Inoltre, un nuovo sistema di tensionamento film, azionato da un pistone, assicura un tensionamento costante e consente di passare rapidamente e facilmente dal confezionamento su singola pista a quello su doppia/tripla pista.

Taglio film preciso e automatico

Unità taglio film dotata di motorizzazione “direct drive”, che permette di eseguire facilmente la manutenzione del motore e ridurre le operazioni di manutenzione.

Sistema di controllo "user-friendly"

Il pannello di controllo POSYC®, scorrevole su binario per tutta la lunghezza della macchina, consente anche agli addetti meno esperti un facile ed efficiente utilizzo della confezionatrice. Ciò è possibile grazie all'interfaccia grafica estremamente intuitiva, allo schermo sensibile al tocco ed alle avanzate funzioni di diagnostica e supporto tecnico in tempo reale presenti sul POSYC®.

Easy-Load

Confezionatrici in fascette avvolgenti di cartoncino

L'innovativo sistema “Easy-Load” permette il caricamento automatico del magazzino cartoni ed offre notevoli vantaggi dal punto di vista operativo e funzionale; infatti, le fustelle di cartone, impilate orizzontalmente in gruppi uniformi, possono essere caricate con facilità dall'operatore, in quanto il nastro di alimentazione del magazzino cartoni è posto alla stessa altezza di lavoro del nastro di ingresso della confezionatrice, anziché al di sotto di esso.

Più in dettaglio, il nuovo sistema brevettato da SMI è composto da una serie di nastri trasportatori a tappeti motorizzati dedicati all'alimentazione del magazzino cartoni della macchina confezionatrice; su tali nastri le pile di fustelle di cartone avanzano fino ad un zona di traslazione delle stesse e, successivamente, fino al sistema di raccolta all'ingresso della cartonatrice o della fardellatrice.

Grazie ad appositi sensori, la disposizione e l'avanzamento dei cartoni sui nastri trasportatori a tappeti motorizzati e il loro carico nel magazzino vero e proprio della macchina confezionatrice è, infatti, completamente automatizzato.

L'innovativa soluzione ideata da SMI permette, quindi, di eliminare gli svantaggi legati ai sistemi tradizionali di caricamento del magazzino cartoni, che obbligano l'operatore a continue flessioni del busto per posizionare le fustelle nella parte bassa della macchina.

La tecnologia impiegata nel magazzino "Easy-Load" offre, inoltre, il grande vantaggio di assicurare operazioni di sfogliatura fluide e costanti con una vasta gamma di fustelle di cartone di spessore compreso tra 0,5 mm e 5 mm.

TS - Sovrappositore di pacchi

Confezionatrici in fascette avvolgenti di cartoncino

Il NEW TS (Tray Stacker) è un dispositivo che sovrappone su due o più strati contenitori di plastica, metallo, cartone o vetro confezionati in vassoi, falda di cartone oppure senza alcun supporto (solo per lattine di tipo incastrabile). Può essere installato sulle confezionatrici in film termoretraibile SK, sulle cartonatrici WP e sulle macchine combinate CM.

E’ costituito da un sovrappositore elettronico a movimento continuo con prestazioni fino a 60 pacchi per minuto in funzione del modello di macchina e del tipo di prodotto. I formati realizzabili variano in base alla forma, alla capacità ed alle dimensioni dei contenitori; in genere le configurazioni più richieste dal mercato sono: 4x3 e 6x4.

E’ disponibile per lavorazioni sia in singola che doppia pista.

Dopo la formatrice vassoi un sistema ad assi cartesiani sovrappone due o più pacchi.
Prima che il pacco entri nel tunnel di termoretrazione, il film viene avvolto intorno ai prodotti e sovrapposto sul fondo del pacco.

Easy-Open

Confezionatrici in fascette avvolgenti di cartoncino

Il sistema Easy-Open può essere installato sia sulle confezionatrici in film termoretraibile SK che sulle macchine combinate CM. E’ costituito da un’attrezzatura che perfora il film durante l’operazione di taglio, in modo da incidere l’impronta desiderata.

Il dispositivo viene fornito con due tipi di impronte (a forma di “X” e di “H”) ed è disponibile sia per lavorazioni in singola che in doppia pista. Con il sistema Easy Open il livello di gradimento del consumatore finale aumenta, grazie ad una maggiore comodità nell’apertura del pacco.

Inoltre questa applicazione non richiede l’impiego di specifici materiali d’imballaggio, consentendo di ottenere confezioni più accattivanti senza aggravio di costi.

Saldatore film a lama riscaldata

Confezionatrici in fascette avvolgenti di cartoncino

Le confezionatrici SMI della serie SK e CM possono essere dotate di un innovativo sistema denominato “saldatore film a lama riscaldata”, che permette di effettuare la giunzione “al volo” dei lembi delle due bobine di film termoretraibile montate in macchina senza fermare la produzione. Pochi istanti prima dell’operazione, infatti, la macchina rallenta per consentire al sistema di “saldare” automaticamente i due lembi di film (stampato o neutro con tacca), per poi ripartire in piena produzione.

Rispetto ai sistemi tradizionali di saldatura a caldo, questo nuovo dispositivo consente di ridurre notevolmente i consumi energetici e la manutenzione, in quanto non è necessario tenere in temperatura i rulli di saldatura. Aumenta inoltre la precisione della giunzione delle bobine di film stampato o neutro con tacca, con posizionamento di +- 10 mm dal riferimento tacca. Il “saldatore a lama riscaldata” può essere usato senza problemi anche per la giunzione di film “no-collant”.

* I dati indicati in questa pagina non sono vincolanti, in quanto devono essere confermati da SMI in funzione delle condizioni produttive e delle specifiche tecniche dell'utilizzatore della macchina.

  • _